• Associazione degli Amici della
    Missione Cattolica Polacca a Marly

INFORMACJE O PLIKACH COOKIES

  1. Serwis korzysta z plików cookies.
  2. Pliki cookies (tzw. „ciasteczka") stanowią dane informatyczne, w szczególności pliki tekstowe, które przechowywane są w urządzeniu końcowym Użytkownika Serwisu i przeznaczone są do korzystania ze stron internetowych Serwisu. Pliki tego rodzaju zazwyczaj zawierają nazwę strony internetowej, z której pochodzą, czas przechowywania ich na urządzeniu końcowym oraz unikalny numer.
  3. Podmiotem zamieszczającym na urządzeniu końcowym Użytkownika Serwisu pliki cookies oraz uzyskującym do nich dostęp jest operator Serwisu lub podmioty z nim współpracujące.
  4. Pliki cookies wykorzystywane są w następujących celach:
    a. tworzenia statystyk, które pomagają zrozumieć, w jaki sposób Użytkownicy Serwisu korzystają ze stron internetowych, co umożliwia ulepszanie ich struktury i zawartości;
    b. utrzymanie sesji Użytkownika Serwisu (po zalogowaniu), dzięki której Użytkownik nie musi na każdej podstronie Serwisu ponownie wpisywać loginu i hasła;
    c. w celu zapamiętania składu koszyka użytkownika w sklepie internetowym,
    d. określania profilu użytkownika w celu wyświetlania mu dopasowanych materiałów w sieciach reklamowych, w szczególności sieci Google.
  5. W ramach Serwisu stosowane są dwa zasadnicze rodzaje plików cookies: „sesyjne" (session cookies) oraz „stałe" (persistent cookies). Cookies „sesyjne" są plikami tymczasowymi, które przechowywane są w urządzeniu końcowym Użytkownika do czasu wylogowania, opuszczenia strony internetowej lub wyłączenia oprogramowania (przeglądarki internetowej). „Stałe" pliki cookies przechowywane są w urządzeniu końcowym Użytkownika przez czas określony w parametrach plików cookies lub do czasu ich usunięcia przez Użytkownika.
  6. Oprogramowanie do przeglądania stron internetowych (przeglądarka internetowa) zazwyczaj domyślnie dopuszcza przechowywanie plików cookies w urządzeniu końcowym Użytkownika. Użytkownicy Serwisu mogą dokonać zmiany ustawień w tym zakresie. Przeglądarka internetowa umożliwia usunięcie plików cookies. Możliwe jest także automatyczne blokowanie plików cookies Szczegółowe informacje na ten temat zawiera pomoc lub dokumentacja przeglądarki internetowej.
  7. Ograniczenia stosowania plików cookies mogą wpłynąć na niektóre funkcjonalności dostępne na stronach internetowych Serwisu.
  8. Pliki cookies zamieszczane w urządzeniu końcowym Użytkownika Serwisu i wykorzystywane mogą być również przez współpracujących z operatorem Serwisu reklamodawców oraz partnerów, a także operatorów płatności.
  9. Zalecamy przeczytanie polityki ochrony prywatności tych firm, aby poznać zasady korzystania z plików cookie wykorzystywane w statystykach: Polityka ochrony prywatności Google Analytics
  10. Pliki cookie mogą być wykorzystane przez sieci reklamowe, w szczególności sieć Google, do wyświetlenia reklam dopasowanych do sposobu, w jaki użytkownik korzysta z Serwisu. W tym celu mogą zachować informację o ścieżce nawigacji użytkownika lub czasie pozostawania na danej stronie.
  11. W zakresie informacji o preferencjach użytkownika gromadzonych przez sieć reklamową Google użytkownik może przeglądać i edytować informacje wynikające z plików cookies przy pomocy narzędzia: https://www.google.com/ads/preferences/

ZARZĄDZANIE PLIKAMI COOKIES

  1. Jeśli użytkownik nie chce otrzymywać plików cookies, może zmienić ustawienia przeglądarki. Zastrzegamy, że wyłączenie obsługi plików cookies niezbędnych dla procesów uwierzytelniania, bezpieczeństwa, utrzymania preferencji użytkownika może utrudnić, a w skrajnych przypadkach może uniemożliwić korzystanie ze stron www
  2. W celu zarządzania ustawieniami cookies wybierz z listy poniżej przeglądarkę internetową/ system i postępuj zgodnie z instrukcjami:
    a. Internet Explorer
    b. Chrome
    c. Safari
    d. Firefox
    e. Opera
    f. Android
    g. Safari (iOS)
    h. Windows Phone
    i. Blackberry

Breve panoramica storica

Nel mese di maggio del 1950. Se il Congresso polacco, organizzata dallo svizzero Innocent O. Bochenski - Dominicaine nina, un ex cappellano militare e professore di filosofia nous decisione Friburgo è stato fatto per stabilire una missione cattolica polacca in Svizzera. Il 2 giugno 1950, il vescovo Józef Gawlina dirige Rzymu de PMK, il cui primo rettore è stato ... fino al 1976, è stato il prof. Padre Bocheński. Nel 1967 fu costruita a Marly la cappella della Missione della Santa Vergine. St. Jana z con l'edificio adiacente di Ket.

Oggi, la nostra missione polacca ha quasi 70 anni! Come vescovo, l'ha visitata, tra gli altri nostro Santo Padre, c'erano anche festività legate a importanti del Si Swiss Polonia. Attualmente, il proprietario di tutti i PMK BUILDINGS plaisanterie Fundacja im. Padre Bocheński, che si occupa dell'amministrazione di tutti i buoni PMK.

La lingua madre ha imparato una lingua - un problema. Barriera linguistica.

Problème La barriera linguistica, nonostante a volte la naturalizzazione più avanzata, è una grande sfida per molti polacchi, specialmente per comprendere il difficile linguaggio biblico e i commenti di faire, un homilii de serez peut, Kazan o il ritiro. Si tratta anche di vivere la liturgia.

È particolarmente visibile nel caso di persone provenienti da ambienti non svantaggiati. Contactez - ogni credente e praticante versa un dio in preghiera o attraverso il canto richiede un'apertura intima e ottimale del CUORE e può essere fatto solo nella lingua materna. Wapiti Etes-vous en plus grand, c'est-à-dire:

Chi partecipa alla vita della missione cattolica polacca?

Famiglie polacche e compatrioti, che vivono e lavorano in Svizzera, o à Rassis, o svizzeri periodicamente e naturalizzati che hanno trascorso molti anni in Polonia. Spesso durante l'estate o le vacanze ci sono anche polacchi che viaggiano attraverso la Svizzera dalla Polonia e altri paesi a famiglie, parenti, amici, studenti, ecc. C'è anche un grande gruppo di polacchi che lavorano temporaneamente senza permesso di lavoro, parlando male o in qualsiasi lingua Cantoni di residenza. Secondo stime recenti del 2018, in totale, è in Svizzera. 15mila polacchi per i quali la missione cattolica polacca è fonte di gioia, consolazione e sostegno spirituale uniti nella vita religiosa della parrocchia e della residenza.

Il ruolo di PMK in esilio

L'esistenza della missione linguistica sostiene fondamentalmente la nostra vita religiosa e sacramentale attraverso:

  • Ritiri e catechesi
  • Incontri e discussioni religiose
  • Scambio di libri sui contenuti religiosi. Ti danno l'opportunità di acquistare riviste cattoliche in polacco
  • Incontri di giovani e anziani cattolici che soffrono spesso di dolorosa solitudine
  • Dare i sacramenti, principalmente preparando i doni della santa comunione, la cresima, il sacramento del matrimonio, che specialmente nella situazione di due religioni diverse richiede una CURA speciale.

Nella nostra tradizione polacca, abbiamo, oltre a celebrare in tutto il mondo, molte vacanze così care al nostro Cuore, che sono una bella combinazione di cattolicesimo e polonia, come:

  • Nostra Signora, Regina della Polonia, il 26 agosto a Jasna Gora si connette
  • Costituzione del 3 maggio e la Madre di Dio, Regina della Polonia
  • San Giovanni di Kat, santo patrono della Missione Marziale Il 18 ottobre
  • 11 novembre? Giorno dell'Indipendenza
  • Bitter Zale - questa bella vecchia preghiera polacca cantata prima di Pasqua
  • Dedizione (Saint Święconka's) il Sabato Santo in combinazione con la possibilità di confessione individuale
  • Pellegrinaggi pour faire Madonna di Einsiedeln, quarti, Gnadenthal, Maria Stein tenu avec che coinvolge centinaia di polacchi che pregano nella loro lingua madre e che sono una bella espressione della devozione mariana.

È anche usanza di una tipica partecipazione polacca del Santo Ministero il secondo giorno di Natale, la Pasqua del Corpus Domini. Siamo piacevolmente sorpresi di vedere molti svizzeri che si uniscono a noi spontaneamente, per festeggiare e celebrare insieme il serez peut.

laisanthropie e l'esempio della Chiesa universale - Scambio e comune celebrazione del Natale e simultanea più profonda conoscenza della ricchezza spirituale delle altre nazioni.

La missione fornisce anche il servizio sacerdotale ai malati, agli anziani o alle persone sole.

Qualche anno fa è cambiato il modello del fonzionammento della missione cattolica polacca (MCP) in Svizzera. Attualmente, il lavoro dei sacerdoti nei centri della diaspora polacca in diversi cantoni è supervisionato dal Coordinatore, che risiede nella sede storica di MCP a Marly. Tuttavia, il lavoro del coordinatore al di fuori dei doveri del ministero Marly è associato a molti viaggi in tutta la Svizzera. Per questo motivo, l'Associazione degli amici di MCP ha finanziato per anni una borsa di studio per un sacerdote aggiunto, che aiuta il Coordinatore nelle sue molteplici funzioni.

Senza questa forma di aiuto, l'attività del Coordinatore sarebbe praticamente impossibile. L'aiuto di un sacerdote in più che può assumere alcune delle funzioni derivanti dai bisogni del ministero sacerdotale e numerosi compiti pastorali è necessariamente un supporto necessario per il MCP in Svizzera. Attualmente, la Missione Cattolica Polacca ha solo il 20% d'un posto per il Coordinatore della Missione, quindi la presenza di un sacerdote, titolare della borsa di studio della nostra Associazione, che vive secondo le esigenze dello statuto in PMK a Marly, è indispensabile.

L'associazione, che conta attualmente oltre duecento membri, è gestita esclusivamente da donazioni volontarie e quote associative. Gli unici beneficiari sono l'Associazione dei sacerdoti per anni gli studiosi il cui assist borsa di studio per aiutare il coordinatore sacerdote manutenzione modesta e formazione continua, per esempio. Dottorato presso l'Università di Friburgo.

In virtù della decisione delle autorità fiscali cantonali, l'Associazione degli amici di PMK ha ottenuto nel 2006 lo status di organizzazione di servizio pubblico. Questo è indubbiamente il riconoscimento delle autorità svizzere per il ruolo svolto dalla missione cattolica polacca nella società locale. Ciò significa che i pagamenti all'Associazione possono essere deducibili dall'imposta sul reddito, sia da persone fisiche che da persone giuridiche. Cliccando sul link qui sotto troverete informazioni dettagliate sulla possibilità di detrazioni fiscali a livello federale e in vari cantoni, essendo il donatore dell'Associazione.

 

Dichiarazione di appartenenza - docDocDownload79.50 KB

Regole generali

Negli ultimi anni, ci sono stati cambiamenti significativi nel trattamento dei pagamenti deducibili per le organizzazioni di pubblica utilità. La detrazione dalla tassa federale è aumentata al 20% del reddito netto. Molti cantoni hanno semplificato le norme per le detrazioni, alcuni hanno armonizzato la detrazione fiscale cantonale con una tassa federale, cosicché l'ammontare totale dei possibili crediti d'imposta è aumentato in modo significativo. Ecco come è possibile ottenere una detrazione.

È possibile detrarre l'importo delle donazioni a favore di un'organizzazione di previdenza pubblica registrata in Svizzera dalle imposte. La maggior parte dei cantoni determina l'importo minimo che deve essere pagato per ottenere il potere della deduzione (ad es. Sopra 100 franchi all'anno), e l'importo deducibile massimo (es. Non più del 20% del reddito netto? Dopo altre detrazioni, ma prima di donazioni). Questi limiti in base ai singoli cantoni sono riportati nella tabella seguente.

Solo i depositi volontari possono essere detratti. Ciò significa che, nel caso delle Associazioni, le quote associative obbligatorie (cioè la nostra quota associativa di 50 franchi) non sono deducibili.

I pagamenti devono essere effettuati sul conto dell'Associazione (numero 17-392865-2) e non sul conto della Missione. La missione è un'organizzazione soggetta alle autorità della Chiesa e per questo motivo i pagamenti sul suo conto non sono deducibili.

I pagamenti devono essere documentati; è necessario mantenere la conferma dei pagamenti inviati alla fine dell'anno. Non è necessario allegarlo alla dichiarazione dei redditi, ma a volte l'ufficio può chiedere ulteriore documentazione in un secondo momento.

somma

Nella situazione in cui si trova la nostra missione, ogni "centesimo" pagato per la sua manutenzione è molto importante. Grazie all'ottenimento dello status di associazione di pubblica utilità, possiamo inoltre approfittare della detrazione fiscale, che speriamo possa essere un ulteriore incentivo per sostenere la missione.

Vorremmo sottolineare che l'importo effettivo della detrazione dipende dal reddito totale perché i cantoni in Svizzera applicano aliquote fiscali graduali. Quindi, maggiore è il reddito, maggiore è la detrazione. L'importo recuperato dall'ufficio delle imposte può variare da pochi a addirittura il 35% dell'importo pagato.

Nel caso di persone che vivono fuori dal Cantone di Friburgo (sede dell'Associazione), l'ufficio può richiedere la conferma dello stato di utilità pubblica dell'organizzazione. Non è necessario allegarlo alla dichiarazione dei redditi, ma potrebbe essere richiesto in una data successiva. Il numero della decisione che assegna all'associazione lo status di ente di pubblica utilità è indicato nella parte inferiore della pagina di conferma. Se ricevi una richiesta di fornire una copia di questa decisione all'ufficio delle imposte dopo aver inviato la dichiarazione di detrazione, ti preghiamo di contattarci e ti forniremo la conferma richiesta.

 

CantoneMassimoNote
Podatek federalny 20% Sul reddito netto
Tutte le donazioni fatte durante l'anno fiscale dovrebbero essere di almeno 100 franchi.
AG, BE, BS, FR, GL, NW, OW, SO, SZ, UR, VD, ZG, ZH  20% Sul reddito netto
Tutte le donazioni fatte durante l'anno fiscale dovrebbero essere di almeno 100 franchi.
AR, TI 10% Sul reddito netto
Tutte le donazioni fatte durante l'anno fiscale dovrebbero essere di almeno 100 franchi.
JU 10% Sul reddito netto
Detrazioni superiori a 100 franchi sono deducibili.
AI 20% Sul reddito netto
Detrazioni superiori a 100 franchi sono deducibili.
BL   Senza alcuna restrizione
GE, GR, VS 20% Sul reddito netto
Tutte le donazioni fatte durante l'anno fiscale dovrebbero essere di almeno 100 franchi.
LU 20%

Sul reddito netto
Tutte le donazioni fatte durante l'anno fiscale dovrebbero essere di almeno 100 franchi.
Sono deducibili solo i pagamenti alle istituzioni incluse nell'elenco cantonale.

NE 5% Sul reddito netto
Tutte le donazioni fatte durante l'anno fiscale dovrebbero essere di almeno 100 franchi. 
SG 20%

Sul reddito netto
Detrazioni superiori a 500 franchi sono deducibili.

SH 20%

Sul reddito netto
Tutte le donazioni fatte durante l'anno fiscale dovrebbero essere di almeno 200 franchi.
Solo i pagamenti alle istituzioni incluse nella lista cantonale (o www.steuern.sh.ch) sono deducibili

TG 20% Sul reddito netto
Detrazioni superiori a 200 franchi, ma al massimo 8.000 franchi, sono deducibili.

 

 

Dettagli di contatto

Associazione degli Amici della Missione Cattolica Polacca in Svizzera
Chemin des Falaises 12, 1723 Marly (FR)
Tel. 026 436 44 59
Fax . 026 436 44 72
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modulo di contatto

A causa del deterioramento della situazione finanziaria della Chiesa in Svizzera, all'inizio del 2003, la missione cattolica polacca di Marly era praticamente sull'orlo della liquidazione. Le autorità ecclesiastiche svizzere si rifiutarono di finanziarlo e "Migratio" pronunciò l'allora direttore del PMK, p. Il contratto di lavoro di Krystian Gawron, trattenendo tutti i sussidi. Ciò ha costretto il Rettore a richiedere il sussidio di disoccupazione (curiosità su scala mondiale). Pertanto, la missione è stata condannata all'autofinanziamento nonostante il fatto che i polacchi nella maggioranza principale paghino in modo affidabile la tassa di culto a beneficio della Chiesa in Svizzera. I fondi provenivano e provengono ancora da per il finanziamento di altre missioni in lingua straniera. In considerazione di questa situazione - e proprio per questo - l'idea dell'associazione per il salvataggio della Missione Madre, la cui attività è andata avanti da quasi 60 anni, è l'eredità dei nostri predecessori.

 

Alla riunione di fondazione generale del 19.10.2003, l'Associazione dell'Amico Missionario Cattolico Polacco è stata costituita a Marly, e il 17 gennaio 2004 è stato adottato lo statuto generale e il consiglio di amministrazione è stato approvato. Pertanto, l'Associazione ha ottenuto le basi formali e legali necessarie per raggiungere il suo obiettivo. In un'assemblea generale straordinaria del 18 settembre. Del 2004. sono stati apportati emendamenti allo statuto per adeguarlo ai requisiti stabiliti dalla Federazione dei cattolici romani. L'associazione è stata inserita nel registro delle imprese e il 26 gennaio 2005 ha ottenuto la personalità giuridica.

Stiamo lanciando una nuova campagna di informazione

Stiamo lanciando una nuova campagna di informazione

L'Associazione degli Amici della Missione Cattolica Polacca (MCP) in Svizzera è attualmente l'unica organizzazione al levello nazionale che associa i cattolici polacchi in Svizzera.

Czytaj więcej

Benvenuti nel nostro nuovo sito web

Benvenuti nel nostro nuovo sito web

Signore e signori, Siamo orgogliosi di presentarvi un nuovo sito web dell'Associazione degli amici della missione cattolica polacca in Svizzera con sede a Marly.

Czytaj więcej